Come l’apicoltura può salvare l’ambiente (se tutti ci impegniamo!)

con Nessun commento

L' apicoltura del futuro migliorerà l'ambiente

Intrecciare temi importanti come apicoltura e salvaguardia dell’ambiente ormai non è più un discorso azzardato: l’apicoltura sta davvero contribuendo sensibilmente a sostenere la salvaguardia dell’ambiente attraverso una serie di iniziative proposte sia dai centri di ricerca che dalle istituzioni, che cercano di utilizzare sempre più frequentemente le api come alleate preziose per l’ambiente.

Ecco come (anche noi) possiamo contribuire per garantire un futuro migliore all’ambiente.

Api come bioindicatore ambientale

Se in passato l’apicoltura si è sempre utilizzata per sostegno alimentare, oggi le api assumono un nuovo ruolo per l’ecosistema, infallibili bioindicatori della qualità dell’ambiente in cui si trovano.

Ogni tipo di agente infestante e pericoloso per la nostra salute e per la natura viene infatti immediatamente assorbito dalle api, a loro discapito purtroppo, ma a nostro vantaggio per conoscere lo stato di salute dell’ambiente circostante.

Per questo motivo si sente parlare sempre più spesso di api utilizzate come bioindicatori anche in centri abitati, posizionando arnie in luoghi una volta impensabili per l’apicoltura, come ad esempio palazzi, balconi e vicino a zone industriali.

L’apicoltura urbana non forza nulla in questo senso: le api si adattano perfettamente in un ambiente che offre loro il sostegno alimentare, indipendentemente da dove si trovano (ovviamente con le dovute precisazioni) ma proprio grazie all’interazione con l’ambiente circostante, entrano in contatto con ogni elemento che lo compone, quali acqua, piante e fiori.

Ciò che l’ape assorbe è quindi un concentrato implacabile di ciò che l’ambiente offre.

Più sano è l’ambiente circostante, più l’ape lo dimostrerà in modo inequivocabile.

Non dimentichiamoci che le se le api muoiono, la produzione agricola ne risente pesantemente perchè il loro ruolo di impollinatrici è fonamentale per la catena alimentare.

 

Apicoltura e privati: cosa possiamo fare tutti?

E’ chiaro che pesticidi ed inquinamento sono la causa principale della morìa delle api: la speranza è quella di riuscire a limitarli sempre di più in futuro. Ma nell’immediato, ognuno di noi può contribuire per sostenere le api, senza fare particolari sforzi: per esempio può piantare fiori sui propri balconi!

Sembra una soluzione piuttosto semplicistica ma in realtà questa scarsità di piante da impollinazione appiattisce la biodiversità ambientale, oltre a non garantire sufficiente sostegno alimentare alle api. Aiutare le api anche offrendo loro diversità di piante e fiori contribuisce sensibilmente ad sostenerle e a salvaguardarle.

L’importante è non utilizzare pestici per i nostri fiori o almeno conoscere quali sono i prodotti meno nocivi.

Anche diventare consumatori consapevoli aiuta: sostenere gli apicoltori italiani ad esempio, evitando di comprare miele di dubbia provenienza (miele cinese, miele artificiale) imparando a leggere attentamente le etichette!

Melixa aiuta a monitorare la salute delle api:

richiedi maggiori informazioni!

CTA

 

 

__________