Apicoltura novità dall’ Anagrafe apistica

con Nessun commento

Apicoltura: novità per apicoltori dall’anagrafe apistica

L’anagrafe apistica, a seguito del decreto interdirettoriale emesso il 22 novembre 2017, ha emesso nuove disposizioni per la comunicazione e la registrazione degli spostamenti e le movimentazioni di materiale apistico vivo.

La Banca Dati Apistica nazionale (BDA) prevede infatti che ogni apicoltore dovrà comunicare ogni informazione di spostamento riguardante alveari, pacchi d’ape e api regine, che sia per nomadismo o impollinazione.

Saranno esenti dalle comunicazioni gli spostamenti nella stessa provincia e che non prevedano attivazioni o disattivazioni di apiari.

API REGINE | Per quel che riguarda gli spostamenti delle api regine, gli apicoltori potranno comunicare con cadenza mensile entro la fine del mese successivo allo spostamento.

Per trasmettere le informazioni, sarà sufficiente collegarsi al Portale Unico dei Sistemi Informativi Veterinari, compilando il documento di accompagnamento presente sul sito. (www.vetinfo.it)

Resta l’identificazione univoca di ogni arnia attraverso il codice identificativo dell’apicoltore e dell’arnia, registrati sul portale BDA.

 

Il futuro dell’Apicoltura

Ottimizzare il lavoro, mantenere sotto controllo la produttività, conoscere il tempo reale la salute delle api: una migliore apicoltura è possibile grazie a Melixa System, lo strumento a disposizione dell’apicoltura per una gestione degli apiari all’avanguardia.

Scopri di più:

Clicca su MELIXA SYSTEM!

 

leggi anche:

Apicoltura stanziale o nomadismo?

ARNIA 2.0 | Ecco il futuro dell’apicoltura

5 vantaggi dell’Apicoltura Urbana

__________