Apicoltura d’inverno ed Invernamento api

con Nessun commento

Apicoltura d'inverno ed Invernamento api

Apicoltura d’inverno ed Invernamento api

“Cosa fanno d’inverno le api?”

Con l’arrivo della neve e dell’inverno, molte specie animali e di insetti spariscono dalla circolazione, e così anche le api non si vedono più in giro. L’apicoltura d’inverno sparisce, così come la natura ed i fiori si fermano in attesa della primavera, proprio come il ciclo della natura vuole.

Invernamento api

A chi è appassionato di apicoltura sarà certamente venuto in mente che fine facessero le api d’inverno, se andassero il ‘letargo’ in un certo senso; ebbene, questo avviene con l’invernamento delle api, e si verifica proprio con il ritirarsi degli sciami all’interno delle arnie, non per dormire ma per continuare a lavorare anche d’inverno.

In questo periodo, la Regina rallenta di molto il suo lavoro di deposizione delle uova: per questo motivo e per mantenere un numero non elevato di presenze nell’arnia che rischierebbero di sprecare più del dovuto il sostentamento della Regina, i fuchi vengono esclusi dall’arnia d’inverno.

Una cosa interessante è sapere che se solitamente la vita media di un ape è di circa 3 settimane nel periodo produttivo, durante l’inverno nascono api in grado di vivere quasi tre mesi.

 

Come fanno a resistere alle basse temperature le api?

Le api sono in grado di resistere alle rigide temperature perchè si raccolgono tutte insieme intorno alla Regina, formando un ‘glomere‘, una sorta di palla compatta, che mantiene una temperatura costante di circa 34 – 35 °C all’interno del glomere, grazie grazie a microvibrazioni dei muscoli toracici.

 

Apicoltura d’Inverno: come si nutrono le api?

Prima dell’arrivo dell’inverno, le api lavorano per creare una sorta di magazzino utile per il sostentamento dello sciame e della regina, ma se si rende necessario, l’apicoltore stesso interviene per controllare la situazione. Per esempio viene verificata la quantità di miele per ogni arnia, eventualmente pareggiata tra le varie arnie, si controlla la distanza del glomere dal favo per far si che non sia troppo lontano e rischierebbero di non raggiungerlo, e che non si cristallizzi per il troppo freddo, rendendolo inutilizzabile.

 

 

Scopri tutto sul futuro dell’apicoltura!

melixa hive scale

 

leggi anche:

> Miele benefici e proprietà per la salute

> ARNIA 2.0 | Ecco il futuro dell’apicoltura

> Il valore dell’apicoltura e delle api

 

__________