Diventare apicoltore: da Hobby ad Apicoltore professionista

con Nessun commento

Diventare apicoltore: da Hobby ad Apicoltore professionista

Diventare apicoltore: da Hobby ad Apicoltore professionista

Il mondo dell’apicoltura attira sempre più appassionati. Ed offre interessanti opportunità che si trasformano per alcuni in guadagni part time, per altri delle vere e proprie professioni, diventando apicoltori professionisti.

Il bello è che tutti possono diventare apicoltore, anche iniziando in città (apicoltura urbana) senza per forza doversi trasferire in campagna o in montagna. Certo, diventare apicoltore è, come tutte le professioni fatte con competenza e serietà, un percorso che va intrapreso con impegno e passione, ma vivere a contatto con le api permette di vivere esperienze impagabili.

Diventare apicoltore: da dove si inizia?

Il primo suggerimento per chi desidera diventare apicoltore è quello di cercare in zona un apicoltore professionista, magari nella rete di contatti delle associazioni sparse nelle varie regioni, ed affiancarlo per vedere ed imparare le prime regole dell’ apicoltura. Esistono anche corsi di apicoltura che vengono organizzati che formano ulteriormente coloro che desiderano avviarsi all’apicoltura.

Il passo successivo è certamente l’investimento nell’attrezzatura.

Prima di spendere parecchi soldi, è bene guardarsi intorno e scegliere attrezzature consone all’apicoltura che desideriamo sviluppare: sarà un’ apicoltura stanziale o nomadismo?

  • Tempi,
  • distanze in Km,
  • numero di arnie da aquistare…

Sono tutte scelte che vanno fatte dettate da esperienza. Per dare qualche esempio chiaro, in questo post abbiamo parlato di come scegliere un’arnia per api.

 

Quanto guadagna un apicoltore part-time?

Altro punto che spesso si discute per chi inizia a praticare apicoltura per passione è dato da quanto guadagna un apicoltore part-time.

Ovviamente le dimensioni dell’ attività permettono di ipotizzare quale sarà la quantità di miele e prodotti derivati che si riusciranno a produrre, quindi la variabile comprende:

  • il numero di api necessarie per arnia
  • il numero stesso di arnie (stima media di produzione miele per arnia, a seconda della stagione, è dai 20 ai 40kg all’anno)
  • il calcolo delle distanze, benzina, attrezzature da comprare
  • il tempo libero da dedicare all’apicoltura

Oltretutto molti di questi costi sono soggetti a l’imprevedibilità della stagione e del tempo. Ma esiste la possibilità di ottimizzare ogni passaggio con la tecnologia all’avanguardia di Melixa System.

 

Il valore dell’apicoltura

Non dimentichiamoci che l’apicoltura è un bene comune: il valore degli apicoltori è anche quello di proteggere e mantenere in salute le api, che sono indispensabili per la produzione di oltre l’80% dell’alimentare nel mondo!

 

Segui MELIXA SYSTEM per tenerti aggiornato alle novità

e scoprire i migliori consigli per l’apicoltura!

 

CTA

 

Leggi:

‘Come scegliere un’arnia’

Produzione Miele: come aumentare la qualità e la quantità?

__________