Miele consigli per acquistarlo al meglio

con Nessun commento

Miele consigli per acquistarlo

Miele consigli per acquistarlo al meglio

Bontà e proprietà del miele sono note a tutti, ma quando ci si trova davanti ad uno scaffale pieno di gustosissimo miele e non sappiamo quale scegliere, come riconoscere se un miele è di qualità?

Ecco qualche consiglio!

 

Innanzi tutto è bene precisare che in Italia vengono riconosciuti più di 30 varietà di mieli monofloreali ed è interessante sapere che esistono anche dei concorsi ai quali partecipano molti apicoltori che valutano proprio le qualità organolettiche dei vari mieli (Gocce D’oro).

Le varietà e le caratteristiche cambiano molto dal fiore bottinato, caratterizzandone il gusto ed il colore del miele prodotto: dal sapore delicato dell’acacia quasi trasparente, al colore scuro e sapore amaro di mieli come il castagno e il corbezzolo (molto pregiato).

 

Miele consigli per acquistarlo al meglio: Conservazione

Il miele, come alimento ricco di molecole attive che fanno estremamente bene al nostro organismo, è bene che sia prima di tutto ben conservato, a casa ma soprattutto nei negozi dove lo acquistiamo: diffidate da alimentari che posizionano i vasetti di miele vicino a finestre o a fonti di calore, visto che luce e caldo tendono a rovinare le caratteristiche organolettiche del miele.

A casa, tenerlo in un luogo fresco, dà la possibilità di conservarlo tranquillamente per 2-3 anni. E’ assolutamente normale che il miele si cristallizzi: è un processo naturale dei mieli più ricchi di glucosio. In tal caso, basta scaldarlo leggermente a bagnomaria sotto i 40°C per riportarlo in forma liquida.

 

Miele consigli per acquistarlo al meglio: Etichetta e denominazione

E’ sufficiente la denominazione ‘miele’ in etichetta per certificare questo meraviglioso alimento. Non è necessario neanche ritrovare le indicazioni nutrizionali, poichè basta la parola miele per sapere che ci troviamo di fronte ad un ‘mono-alimento’ sempre uguale in termini di qualità nutrizionali.

A completare le informazioni sulla provenienza botanica del tipo di miele che preferiamo, può essere riportato in etichetta ‘di acacia’, ‘millefiori’ e così via, oltre all’origine geografica ed a specifiche qualità (prodotto di montagna, per esempio).

 

Miele consigli per acquistarlo al meglio: alla vista

Oltre ad essere perfettamente limpido e non contenere sostanze in sospensione, quando si prende un vasetto di miele e si prova a girarlo, la ‘bolla d’aria’ che si forma deve risalire molto lentamente: più sarà lenta, migliore sarà la qualità del miele.

Se si notano comportamenti strani all’interno del vasetto, come schiuma o bollicine, significa che il miele sta fermentando, quindi meglio evitare di acquistarlo. Occhio anche alla chiusura ermetica del coperchio, indice che il miele è perfettamente protetto all’interno del barattolo ed evita l’inizio di processi fermentativi.

 

Il consiglio finale è comunque, nel limite del possibile, quello di cercare qualche negozio specializzato dove spesso è possibile parlare direttamente con l’apicoltore e lasciarsi consigliare!

 

#People4Melixa

Miele consigli per acquistarlo al meglio

leggi anche:

Apicoltura Urbana sempre più di tendenza?

 

__________