Apicoltura: Banche dati di controllo delle Arnie per Api

con Nessun commento

Apicoltura: Banche dati di controllo delle Arnie per Api

 

Ogni bravo apicoltore conosce l’importanza di conoscere le proprie api al di la della semplice osservazioni in campo ma raccogliendo dati numerici che permettono di fare confronti e a volte vere e proprie analisi statistiche sulle proprie arnie:

  • quanto miele si produce
  • l’andamento degli sciami
  • monitoraggio delle migliori zone di produzione

sono solo alcune delle preziosissime informazioni che aiutano l’apicoltore a migliorare il proprio lavoro al fine di rendere le colonie più sane e produttive.

Ma quali sono i migliori strumenti a disposizione per l’apicoltore per la raccolta di dati e la creazione di banche dati per il controllo delle famiglie di Api?

Le generazioni precedenti non avevano a disposizione strumenti elettronici di raccolta dati all’avanguardia come quelli disponibili al giorno d’oggi.

Non che questo precludesse la qualità del miele e la produttività della propria arnia, ma fino a qualche decina di anni fa gli apicoltori non dovevano combattere ogni anno contro nuove malattie e parassiti originari di altre parti del mondo e spesso diffusi proprio dall’attività dell’uomo, ne contro l’inquinamento di pesticidi con effetti sull’ambiente e sugli ecosistemi sempre più complessi e controversi.

Negli ultimi anni i progressi tecnologici hanno  messo a disposizione nuovi potenti strumenti utili a monitorare il lavoro e la vita delle api, seguiti con grande interesse dagli apicoltori che ne hanno capito subito le enormi potenzialità.
Perchè è importante monitorare l’andamento delle colonie con la raccolta e la creazione di banche dati per il controllo delle arnie per api?
Una delle cose più limitanti per un apicoltore Hobbista è sicuramente dato dal grande numero di ore necessarie durante la stagione per la corretta gestione delle proprie arnie.
La passione sicuramente aiuta ad affrontare quotidianamente distanze anche di molte decine di chilometri che separano l’apicoltore dai migliori siti di produzione del miele dove stazionano le sue arnie.

Oggi il tempo da dedicare all’apicoltura è sicuramente un bene sempre più raro e prezioso e spesso gli impegni quotidiani riducono le possibilità di spostarsi con la frequenza necessaria per l’applicazione delle corrette tecniche apistiche, a discapito della produttività e salute delle api.

I sistemi di monitoraggio per l’apicoltura apportano quindi la soluzione ideale per risparmiare tempo e soldi in spostamenti non necessari, oltre che permettere la consultazione di tutti i dati in tempo reale e da remoto, questo permette di poter agire nel momento giusto e così migliorare le condizioni di salute elle api.

Ulteriori vantaggi sono dati dalla possibilità di registrare i dati che possono così essere utilizzati, confrontati e analizzati negli anni.

Controllo delle arnie per api a distanza

Avere cura delle arnie direttamente da casa è possibile oggi con gli strumenti che permettono di monitorare lo stato di salute della nostra arnia e della colonia di api.
In che modo?
Grazie ad una tecnologia che è in grado di intrecciare numerosi dati:

  • peso dell’arnia che quantifica in tempo reale i chili di miele prodotto dalle api
  • un sensore che misura l’attività di volo delle api
  • termometro interno, uno esterno, e un sensore di pioggia
  • un GPS che rileva con precisione la posizione di ogni arnia

 

 

Scopri questo preziosissimo

strumento di controllo delle arnie!

Clicca qui

__________